Formazione

Glossario

La nomenclatura è una componente importante nel nostro lavoro. Una corretta interpretazione della richiesta del cliente è fondamentale per la realizzazione di un prodotto d’eccellenza.

GABBIA

Struttura di impaginazione e suddivisione della pagina secondo uno schema per consentire un ordinato posizionamento dei suoi elementi grafici e per assicurare coerenza ottica tra le diverse pagine dello stesso documento, o fra progetti grafici correlati, facenti parte di una stessa serie o di una stessa immagine coordinata. Per costruire una gabbia si devono dapprima evidenziare i margini liberi, le colonne verticali, le fasce orizzontali e tutto quanto possa essere ripetuto, o possa servire di riferimento in più pagine del documento stesso e di documenti assimilabili.

GAMBA

Linea diagonale inferiore della lettera “K” e “k”.

GAMBO

Nella terminologia tipografica, è il tratto principale di una lettera, come ad esempio il tratto verticale della “T“.

GAMMA CROMATICA

Gamma dei colori.

GIALLO (Y)

 Colore primario della sintesi sottrattiva, gli altri colori sono il Magenta (M), il Cyan (C).

GIUSTEZZA

La misura orizzontale, espressa in righe e punti tipografici, che viene impostata nella composizione dei testi. 

GIUSTIFICATO

Detto di testo allineato sia a destra che a sinistra.

GIUSTIFICAZIONE

Composizione del testo in modo che entrambi i margini risultino allineati sia a sinistra che a destra; tale tipo di composizione è detta anche: a pacchetto o a blocchetto.

GOFFRATURA

Operazione di impressione a secco (rilievo) di una trama o di un disegno sulla carta in foglio o in bobina. L'operazione viene effettuata su macchine dotate di cilindri maschio e femmina, appositamente costruiti, tra i quali viene fatta passare la carta da goffrare.

GOTICO

Carattere corsivo inglese con contorni angolari, di origine tedesca. Nel XII secolo soppianto il corsivo romano più chiaro. Il termine viene usato anche per i caratteri derivati, come il Fraktur, Old English, ecc.

GRADO di GRIGIO

Si tratta di un dato descrittivo del colore: il grado di grigio, o luminosità, che si riferisce anche alla quantità di luce riflessa da una superficie di carta, o dall'inchiostro dello stesso stampato. Oltre ad essere una misura del colore, il grigio descrive anche il processo d' inscurimento del colore stesso aggiungendo ad esso il nero, oppure un colore complementare.

GRAFICA BIT-MAP

Modo di rappresentare un’illustrazione nella memoria di un computer, in cui viene creata la relativa matrice di punti; ogni punto corrisponde a 1 bit. Diversamente dalla grafica vettoriale, questo sistema non permette di alterare i contorni o il formato originale dell'immagine senza degradarne la definizione.

GRAFICA VETTORIALE

ipo di rappresentazione di un’immagine nella memoria del computer: ogni elemento grafico dell’immagine, o dell’illustrazione, è definito in base alle coordinate dei suoi punti, rispetto ad un sistema di riferimento, ed in base alle azioni necessarie per realizzarlo. L'immagine ottenuta in tal modo puo essere deformata in ogni direzione, diminuita e ingrandita nelle sue dimensioni, pur conservandone in toto la sua definizione originaria. 

GRAFICO

a) Più propriamente si dovrebbe dire: diagramma cartesiano, ovvero disegno in cui una grandezza viene espressa in funzione di un’altra all’interno di un sistema di assi sui quali sono indicate le unità di misura di entrambe le grandezze. b) Termine generico che definisce impropriamente un tecnico che opera, a diversi livelli, nel settore della grafica, specialmente nelle agenzie pubblicitarie.

GRAFINFORMATICA

L’assieme delle risorse e delle attività che fanno capo all’ideazione ed alla gestione della grafica, in particolare editoriale, tramite l’aiuto del computer. 

GRAMMATURA

Peso della carta, e dei suoi derivati, espresso in grammi per metro quadrato (gr/m2).

GRAPHIC PROPOSAL

Proposta grafica: la parte creativa di un progetto grafico che viene sottoposta all’attenzione del cliente.

GRASSETTO

Tipo di carattere il cui occhio ha un forte contrasto tra le aste sottili e quelle spesse. E' detto anche “neretto”.

GRAZIA

Piccolo tratto terminale del carattere tipografico, posto alla fine dell'asta principale della lettera, che raccorda l’andamento verticale a quello orizzontale, detto anche Serifa dal francese Serif .

GRIGLIA

Struttura di base per la definizione di una gabbia grafica atta a contenere testi e immagini. Con la griglia, la gabbia viene suddivisa in colonne verticali e in fasce orizzontali che contengono tutti quei riferimenti utili all'organizzazione del testo e delle illustrazioni da impaginare nel formato stabilito.

GROTTESCO

Nome che fu dato, nel lontano IXX secolo, ad un tipo di carattere privo di grazie. 

GRUPPO STAMPA (Gruppo colore)

Altri modi per definire l’Unità di stampa di una macchina stampatrice.

GUTTER

Termine inglese per definire il margine di cucitura.

CLOSE

NOME:
COGNOME:
SOCIETÀ:
EMAIL:
TESTO:
INVIA